Trae spunto dalla memoria dei lidi del vecchio secolo, quelli dove apprezzare il suono ed il profumo del mare distesi sotto il sole, magari in compagnia di qualche amico; Lidò garantisce un contesto  dove diventare protagonisti di uno spettacolo naturale; qui  la scenografia è opera della meraviglia paesaggistica dell’Addaura, il palco è  una pedana  lignea appoggiata tra le rocce con sdraio, ombrelloni e capanne a righe che rievocano il fascino imperituro degli antichi bagni. Tutto il resto è un elogio alla spensieratezza, allo sport, alle tintarelle per apprezzare un LIDO’ dove belle signore strizzate nei loro costumi, saranno fascinose soubrette ed il nostro staff i giocolieri di uno spettacolo con colori, odori e sapori assolutamente Siciliani.

Cos’è il Lidò:

Il Lidò è rispetto del mare, dei vicini, del lavoro altrui, dell’ambiente , della natura.

Il Lidò è cura dei propri utenti, dell’alimentazione, della salute, dei bambini, dei diversamente abili.

Il Lidò è sport, dalle prime ore della mattina.

Il Lidò è cura e divertimento per i più piccoli.

Il Lidò è spettacolo.

Il Lidò è aperitivo al tramonto per apprezzare il rumore del mare ed il suono delle parole degli amici.

Il Lidò è comunicazione, ma gentilmente abbassiamo il volume dei cellulari.

Il Lidò è bio.

Il Lidò è relax.

 

Dove siamo

Lidò, sorge sul Lungomare Cristoforo Colombo all’Addaura.

In uno dei punti più suggestivi della costa palermiana, dove il monte Pellegrino fa da testa e Capo Gallo da coronamento di un magnifico golfo, si estende la località dell’Addaura, storicamente nota come Allaura, luogo dove nasce la storia della città di Palermo.

Il mare cristallino che caratterizza tutta la fascia costiera. Questo custodisce un ricco ecosistema in uno scenario sottomarino caratterizzato da centotrentaquattro grotte marine di natura carsica, autentico paradiso per gli amanti dello snorkeling e delle immersioni.

Eppure la bellezza dei fondali si completa nei profumi, odori e nella storia che caratterizza la montagna soprastante dove altre grotte in superficie custodiscono reperti artistici preistorici di pregevole fattura.

Lungo il versante nord orientale ed occidentale, alcune grotte conservano reperti risalenti al paleolitico: uno straordinario complesso di incisioni rupestri, definite esempio unico nel panorama  dell’arte rupestre preistorica.

Queste le prime tracce di presenza umana in quello che sarebbe diventato il territorio della città di Palermo.